Vendere tramite case d’asta. E’ utile all’artista?

C’è molta libertà nella determinazione delle quotazioni degli artisti. E quando sono gli artisti a quotarsi le proprie opere, cioè a definirsi un prezziario, la libertà è anche eccessiva. Ci sono giovani artisti che ancora prima di vendere applicano alle loro opere quotazioni stratosferiche… cifre che neppure un artista affermato oggi in Italia riuscirebbe a raggiungere. L’intento è chiaro più è alta la quotazione più è alto il valore dell’artista e delle proprie opere. Questo ovviamente se le quotazioni rispondessero al reale prezzo di mercato. Ma se un artista fissa per una propria opera cm. 50 x 70 un prezzo di 5000 euro, e non trova da venderla nemmeno per 50 euro è chiaro che il prezzo

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
  • Facebook B&W
  • Twitter B&W
  • LinkedIn B&W
  • YouTube B&W
  • Vimeo Icona sociale
  • Instagram Social Icon
  • Tumblr Icona sociale
  • Pinterest Icon sociale

© 2020 created by Paolo Avanzi