Social o non Social?

Appartenendo alla generazione dei baby boomer (nati negli anni ’50-’60) ho avuto la fortuna o sfortuna di vivere la prima metà della mia vita fuori dal contesto internet. Diversamente dai ventenni e trentenni di oggi, io e la mia generazione abbiamo in genere un atteggiamento piuttosto distaccato per non dire sospettoso di fronte al fenomeno dei Social Networks. Riconosciamo l’utilità dei vari Facebook, Twitter ecc. ma vediamo al tempo stesso questi strumenti come un qualcosa che ha sottratto tempo e spazio ai rapporti umani. Personalmente avverto il rischio di uno slittamento verso il mondo virtuale a scapito di quello reale, ridotto sempre più a un coacervo di contatti veloci, superficiali

Vivere di cultura. E' possibile?

Vivere di cultura. Lo dicono in tanti. Ma non lo fanno poi molti. O meglio ce n’è di gente che vive di cultura. I direttori di importanti musei, famosi artisti, cantanti, star della televisione, divulgatori noti al grosso pubblico, docenti di accademia e professori… Non parliamo poi del cosiddetto indotto. Tutti quei servizi e quelle infrastrutture (dai tecnici ai costumisti, dagli hotel ai ristoranti, dalle guide turistiche ai parcheggiatori…) che sfruttano la ricchezza culturale del nostro paese, la tradizione, i grandi eventi. La cultura è un grosso business per chi lo sa gestire direttamente o indirettamente. Ma sappiamo benissimo che le persone che fanno cultura in prima persona, con

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
  • Facebook B&W
  • Twitter B&W
  • LinkedIn B&W
  • YouTube B&W
  • Vimeo Icona sociale
  • Instagram Social Icon
  • Tumblr Icona sociale
  • Pinterest Icon sociale

© 2020 created by Paolo Avanzi