Collettiva Estiva 2017 allo Spazio Intelvi 11

July 18, 2017

 

Mostra collettiva:  Collettiva Estate 2017 

 

Artisti: Luca Alinari, Paolo Avanzi, Saverio Barbaro, Franz Borghese, Renato Natale Chiesa, Ernesto Colombo, Giovan Francesco Gonzaga, Ugo Nespolo, Gabriele Poli, Luigi Profeta, Diego Racconi, Claudio Semino, Ivan Sghirinzetti, Remo Squillantini, Orfeo Tamburi, Ernesto Treccani, Tono Zancanaro.

 

 

Sede: Spazio Intelvi 11

Luogo Via Valle Intelvi, 8 - Dizzasco - loc. Muronico (Como)

Per info:

- Tel. Cell.  3401066977

-  Web: www.spaziointelvi11.com

- email: spaziointelvi11@yahoo.com 

 

Durata: 22 Luglio  – 25 Agosto

Vernissage: sabato 22 Luglio - ore 16.30

GENERE:  Pittura, arte moderna e contemporanea.

 

Orari sabato ore 16.00 – 19.00 o su appuntamento

 

Ingresso: libero

 

Curatore: Franca Doriguzzi

 

 

ABSTRACT

Mostra collettiva di opere pittoriche di artisti storici del novecento e contemporanei .

 

TESTO.

 

Lo Spazio Intelvi 11 è una location ricavata all'interno di un edificio risalente all'800 nel borgo di Muronico, a meno di un chilometro da Argegno, sulla sponda occidentale del lago di Como.

 

La mostra propone una serie di interessanti opere pittoriche di arte moderna e contemporanea di proprietà della Galleria o affidate alla stessa.

 

La geometricità di Diego Racconi si connota per un forte impatto visivo dove un’alternanza di bande cromatiche contribuiscono a sprigionare una energia spaziale.

 

I guerrieri post-moderni di Ernesto Colombo rappresentano un divertissement bellico, quasi una aggressività sublimata in chiave intellettuale e neo-mitologica.

 

Di Luigi Profeta, come scrive Paolo Levi “La sperimentazione… si costruisce su geometrie nette e superfici polimateriche, che dividono lo spazio tramite sagome dai contorni precisi, contrassegnate da un colore o da un motivo specifico. Le cromie che appaiono in questi lavori sono forti, incisive, accostate in molti casi alastre di materia metallica.”

 

La contemporaneità del ritratto femminile è ben rappresentata dalla Marilyn di Renato Natale Chiesa, artista noto soprattutto per le sue classiche sfere che campeggiano su sfondi galattici. La Marylin, in esposizione di questo artista, è una icona Pop in grado di rivaleggiare con analoghi ritratti di Andy Warhol.

 

Ernesto Treccani rappresenta la coppia madre e figlio circondati da un alone mistico di poesia in cui lo spirito materno è esaltato da un gioco di fantasie cromatiche.

 

Di Remo Squillantini è esposta una litografia che identificano il soggetto femminile, sensuale e démodé allo stesso tempo, in un contesto da salotto della cosiddetta società bene anni 60-70. 

 

Di Tono Zancanaro è esposta una giovane fanciulla seminuda immersa in uno dei classici scenari mitologici che caratterizzano la sua produzione che ha influenzato significativamente la pittura del ‘900.

 

Di Ivan Sghirinzetti, artista emergente, è esposto un quadro di densità polimaterica che rimanda alle combustioni di Burri.

 

Gabriele Poli noto artista milanese propone una sua opera rappresentativa tra figurativo e informale-materico.

 

Claudio Semino è un artista noto per i suoi accostamenti tra figura umana e figura animale immersi in una atmosfera carica di attualità seppure influenzata dallo stile dei maestri del rinascimento italiano. Nell’opera esposta la figura femminile è accostata a quella di un’oca bianca che suscita un senso quasi metafisico e surreale.

 

Giovan Francesco Gonzaga, maestro del figurativo italiano, è presente con un classico “cavaliere della pampa argentina”.

 

Tra le opere contemporanee da segnalare in permanenza le tele in acrilico di Paolo Avanzi, nel suo stile “classico” di scomposizione e frammentazione speculare.

 

 

 

Franca Doriguzzi

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

"Anche le cipolle piangono" l'ultimo libro di Paolo Avanzi

October 30, 2019

1/6
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio